Giovedì 23. Novembre 2017

Informati

 


Migrazioni e Asilo
un'Europa accogliente?



- I Fatti -

Sono circa 20 milioni i cittadini extra-UE che hanno stabilito la propria residenza in un paese membro. Più di 19.000 persone sono morte alle porte dell’UE negli ultimi 25 anni. Nel 2012 le richieste di asilo accettate sono state lo 0,9% in Grecia e il 50,4% in Finlandia.
L’immigrazione può essere ragionevolmente gestita da ciascun paese per conto proprio? È possibile prevenire tragedie come quella di Lampedusa in modo più efficace? Non bisognerebbe garantire ai richiedenti asilo un trattamento uniforme, giusto e dignitoso in tutta l’Unione?

 

 

- Cosa può fare l'UE? -

 

L’UE ha sviluppato una politica comune sull’immigrazione che non mira solamente ad affrontare le sfide ma anche a cogliere le opportunità insite nell’immigrazione, soprattutto alla luce delle attuali e future sfide demografiche.

 

Pertanto, l’Unione pone le condizioni di ingresso e residenza e determina i diritti e i doveri degli immigrati che entrano e risiedono legalmente in uno Stato membro per motivi di lavoro, studio o ricongiungimento familiare. Inoltre, l’UE applica determinate misure per contrastare l’immigrazione clandestina attraverso una politica di rimpatrio e riammissione, nel dovuto rispetto dei diritti fondamentali.

 

 

- LATEST NEWS ON THIS TOPIC -
  • The Emergency Relocation Scheme needs to be consistently implemented.

  • "Le politiche europee per l’immigrazione e l’asilo rispettano sempre il principio della dignità umana?"
  • "Possiamo ritenere che esse siano ospitali e accoglienti? Quali principi dovrebbero orientarle?"
http://theeuropeexperience.eu/