Sonntag 22. Oktober 2017

Francesco, ITALY

‘Dare nuovo vigore alle fondamenta dell’Europa’

 

Ciao a tutti,

 

Mi chiamo Francesco, sono italiano e ho 33 anni. Da un anno vivo in Alto Adige, terra di confine dove la convivenza fra diversi è diventato – con tempo e pazienza – un elemento di eccellenza. Studiare come e perché è nata l'Unione europea mi ha sempre affascinato, perciò mi preoccupa quando i capisaldi dell’integrazione europea sono messi in discussione, come sta accadendo in questo decennio così delicato.

 

Sono europeista e cattolico: trovo molto interessante che fin dall’inizio la Chiesa abbia seguito e incoraggiato con ottimismo il processo di unificazione degli Stati europei, e le grandi difficoltà del presente possono – devono! – diventare occasione per dare nuovo vigore alle fondamenta dell’Europa e renderla più adeguata.

 

L’insegnamento sociale della Chiesa, che da sempre si occupa di ciò che sta a cuore all’uomo, è una ricchezza troppo preziosa per rimanere inascoltata da chi ha in mano le sorti dell’Unione europea. Cogliamo quindi l’occasione di questa grave crisi europea per ripartire con più solidità e coraggio, anche attingendo al pozzo della dottrina sociale della Chiesa, se non altro come materiale su cui confrontarsi, dialogare e decidere.

Lo ha detto anche Papa Francesco al Parlamento europeo meno di due anni fa: «[Il contributo del cristianesimo] non costituisce un pericolo per la laicità degli Stati e per l’indipendenza delle istituzioni dell’Unione, bensì un arricchimento. Ce lo indicano gli ideali che l’hanno formata fin dal principio, quali la pace, la sussidiarietà e la solidarietà reciproca, un umanesimo incentrato sul rispetto della dignità della persona».

 

La crisi può bloccarci oppure darci nuovo coraggio! Ecco perché, nonostante tutto, anche oggi sono un convinto europeista e voglio appartenere alla generazione che saprà rendere nuova ragione del nostro stare insieme.

 

Francesco

comments powered by Disqus
http://www.initiative-ixe.eu/